conf_lofo
Noi e L'Impresa

TG Confartigianato
ANCOS
anc

L'A.N.Co.S. - Associazione Nazionale Comunità Sociali e Sportive si è costituita nel 2002 all'interno del sistema Confartigianato come articolazione organizzativa autonoma senza finalità di lucro. Grazie alle attività portate avanti fin dalla sua nascita, ha ottenuto nel 2006 il riconoscimento ufficiale quale Ente nazionale con finalità assistenziali da parte del Ministero dell’Interno (n° 557/PAS.108871.12000.A 157) e nel 2010 il riconoscimento come Associazione di Promozione Sociale (decreto n° 167 del 02/12/2010).

E’ bene sottolineare che ANCoS, è uno dei soggetti ammessi alla ripartizione del cinque per mille, utilizzato per finanziare iniziative di carattere sociale a livello nazionale ed internazionale.

Infatti l’azione di ANCoS mira sia ad elevare la qualità della vita del singolo attraverso la promozione di attività ludiche e ricreative ed iniziative di prevenzione e sensibilizzazione, che a favorire la socializzazione, di chi vive da solo, aiutando concretamente quanti si trovano in situazioni di disagio (anziani, disabili, immigrati, categorie svantaggiate), sostenendo l'interazione sociale delle fasce più deboli all’interno delle comunità di appartenenza e promuovendo i valori solidaristici e sociali dell’attività di volontariato.

La crescita dell’ANCoS in termini strutturali, di attività e di visibilità ha consentito all’associazione di inserirsi all’interno di importanti Network nazionali ed internazionali: da un lato ha aderito alla Fitus (ovvero la Federazione che raggruppa i soggetti che operano nel campo del turismo sociale); dall’altra è entrata a far parte della Fiapam, federazione internazionale che rappresenta più di 4000 associazioni dedicate alle politiche per la terza età e l’inclusione sociale, con sede in Europa (Spagna, Portogallo, Francia e Italia) e nell’ America Centro – Meridionale, con Segretariati attivi, progetti di cooperazione internazionale di grande efficacia e prospettive di crescita e sviluppo considerevoli.

Progetti 5x1000

I progetti realizzati da ANCoS e le iniziative che porta avanti sono possibili grazie alla generosità dei suoi soci e sostenitori, all’impegno dei suoi volontari e soprattutto grazie alle adesioni dei contribuenti che ci hanno scelto per la raccolta dei fondi del 5 per mille: una risorsa per le comunità ed uno strumento che Ancos utilizza per promuovere l’elevazione culturale, l’impegno civile, e la solidarietà nei campi culturale, sociale, assistenziale, ricreativo e per favorire l’orientamento e la formazione professionale di tutti i cittadini. Di seguito si riportano gli ambiti di attività entro cui l’associazione si muove

 
CARRARA MARMOTEC

mmmmmmtttttttt

SPAZIO PER LE IMPRESE ARTIGIANE E LE PMI ALLA PROSSIMA EDIZIONE DELLA CARRARAMARMOTEC.

Un  protocollo d’intenti firmato tra CarraraFiere/IMM e Confartigianato assieme ad altre Associazioni di Categoria, permetterà alle aziende artigiane e alla PMI della nostra provincia di avere uno spazio espositivo gratuito nel corso della prossima edizione di CarraraMarmotec che si terrà dal 21 al 24 maggio 2014.

L’accordo sottolinea in maniera chiara il ruolo centrale riconosciuto al mondo dell’artigianato e della PMI per il rilancio e la crescita del settore lapideo del nostro comprensorio. Partendo da questo presupposto l’obiettivo è di supportare la visibilità delle piccole imprese creando occasioni di crescita e opportunità di lavoro.

Il protocollo prevede, in occasione della fiera, visite guidate nelle aziende e la realizzazione di iniziative promozionali, seminari, convegni, iniziative, per rilanciare e valorizzare l’artigianato di qualità.

Uno spazio apposito potrebbe essere destinato anche agli artigiani scultori.

L’accordo siglato va comunque oltre la sola presenza delle aziende alla manifestazione fieristica. E’ infatti previsto che la collaborazione tra le Associazioni e Carrarafiere/IMM possa svilupparsi anche in ambiti più specificatamente dedicati alla promozione del settore oltre che a iniziative prettamente tecnico/formative.

Le aziende interessate possono contattare la sede provinciale della Confartigianato in Carrara, Via VII Luglio 16/bis telefono  0585/73187 o chiamare il  328/7431361 (Luciano Franchi).

 
EXPO' 2015
expoCONFARTIGIANATO PARTNER DEL PADIGLIONE ITALIA
AD EXPO 2015 CON LE ECCELLENZE DEL SAPERE FARE ITALIANO


Confartigianato sarà protagonista nel Padiglione Italia di Expo 2015, con un’area permanente di rappresentanza, uno spazio espositivo dedicato alle eccellenze dell’artigianato e un evento organizzato all’Auditorium di Palazzo Italia.
“Siamo veramente orgogliosi di aver raggiunto questo obiettivo – dice il presidente provinciale di Confartigianato Ezio Bertazzoni – che intende restituire centralità agli attori della filiera artigianale, depositaria di uno straordinario saper fare, frutto dell’esperienza di più generazioni; un patrimonio di tradizioni artigianali uniche al mondo che sono alla base del successo del Made in Italy.
“Expo 2015 – dice ancora Bertazzoni - rappresenta, per gli artigiani e i piccoli imprenditori, un’eccezionale vetrina internazionale per valorizzare la qualità dei prodotti e dei servizi italiani. Competere nell’eccellenza è il terreno proprio dell’artigianato. Confartigianato sarà all’Esposizione Universale di Milano per dare ai propri associati un’occasione di visibilità straordinaria ed offrire a milioni di visitatori l’esperienza magica del made in Italy autentico. Confartigianato porterà nel Padiglione Italia di Expo 2015 il pregio della nostra manifattura, la creatività, la tradizione e la capacità innovativa dell’artigianato italiano. Affrontiamo questa occasione come una sfida per rilanciare agli occhi del mondo i valori del nostro sistema produttivo, fondato sul sistema delle piccole imprese, e per riaffermare con orgoglio la qualità e lo stile del saper fare italiano, con le specificità della nostra provincia”.
Al riguardo Confartigianato ha organizzato una serie di iniziative per promuovere la partecipazione delle imprese all’evento che costituisce opportunità di valorizzazione del territorio e delle attività imprenditoriali e di rilancio dell’economia. Gli interessati possono prendere contatto con la segreteria generale dell’Associazione (0585/73187)
 
COORDINAMENTO IMPRESE DEL DIGITALE

digitINNOVAZIONE

Confartigianato crea il Coordinamento Imprese del Digitale

Nuovo soggetto di rappresentanza per operatori dell’ICT

Confartigianato ha dato vita al Coordinamento Imprese del Digitale.

Obiettivo del nuovo soggetto è dare voce e rappresentanza alle imprese che lavorano nell’Innovation&Communication Technology, dalla produzione di software ai servizi, oltre al crescente numero di imprese che operano a cavallo fra mondo fisico e mondo virtuale, fra atomi e bit, a partire dalla stampa 3D.

Si tratta di attività in costante evoluzione e che occupano spazi sempre più ampi della nostra economia, oltre ad avere un ruolo pervasivo in tutti i settori industriali.

“Quello delle piccole imprese ICT – sottolinea il Dr. Gianfranco Oligeri, Segretario Generale di Confartigianato Massa Carrara – è un settore nel quale spicca la componente artigiana, espressione di abilità, personalizzazione, flessibilità nella risposta a domande sempre più complesse e sofisticate che provengono dalle imprese e dai cittadini. Rappresentare gli ‘artigiani digitali’ significa mettere a disposizione del Sistema economico ed istituzionale grandi competenze di innovazione spesso trascurate a favore delle grandi multinazionali e che invece possono e devono contare di più nei prossimi decisivi passaggi per la modernizzazione del Paese, dall’Agenda digitale alle smart city”. A questo proposito, il Coordinamento Imprese del Digitale di Confartigianato avvierà contatti con gli interlocutori istituzionali, a livello nazionale e locale, per fornire il proprio contributo di proposte nella costruzione e implementazione dell’Agenda digitale e delle ‘comunità intelligenti’.

 
SEMINARIO NUOVE NORMATIVE GESTIONE IMPIANTI

Seminario tecnico

NUOVE NORMATIVE PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI

Mercoledì 16 aprile 2014 ORE 16.00

“Sala Rossa” Camera di Commercio di Massa Carrara,

Piazza 2 giugno, 54033 Carrara (MS)

Nuovo Libretto di Impianto e Rapporti di Controllo Energetico

Nuovo “Decreto Ispezioni” :

applicazione della nuova normativa per la conduzione, la manutenzione e le ispezioni degli impianti

di climatizzazione. Presentazione della nuova modulistica. Verifica dei sistemi di trattamento acque

nell’ambito del nuovo decreto.

Risparmio energetico in edilizia:

il corretto trattamento dell’acqua negli impianti sanitari e di riscaldamento ai fini del risparmio

energetico.

Apparecchiature per il trattamento acqua:

incentivi relativi alla ristrutturazione edilizia, all risparmio energetico e nuovo “Conto Termico”

Dibattito e conclusione lavori

Relatori: Ing. G. Santerini (Cillichemie Italiana)

Per. Ind. Bonfanti (Cillichemie Italiana)

La partecipazione è gratuita ed è richiesta la prenotazione. Ai partecipanti sarà consegnata esauriente documentazione, in modo che ognuno possa seguire agevolmente le tematiche affrontate ed avere successivamente a disposizione un riferimento cartaceo facilmente consultabile.

 

Per informazioni: Luciano Franchi 328/7431361 

 

 
L'ARTIGIANO E LA TUTELA INAIL

iiinnnL'ARTIGIANO  E LA TUTELA INAIL

Gli eventi occorsi all’artigiano (titolare, socio, coadiuvante familiare e associati in partecipazione) non determinano l’aumento del premio da versare all’INAIL in quanto si tratta di premio speciale forfetario e non influenzato dall’andamento infortunistico dell’Azienda.

È importante sapere, inoltre, che il riconoscimento dei suddetti eventi (infortunio e malattia professionale) può dar luogo a diverse prestazioni tra le quali alcune di carattere economico. Le più rilevanti sono:

_ l’indennità di temporanea (cosiddetta diaria giornaliera) che viene erogata per tutto il periodo di inabilità assoluta a svolgere l’attività lavorativa;

_ l’indennizzo in capitale del danno biologico (quando il grado di menomazione conseguente all’infortunio sia contenuto tra il 6% ed il 15%);

_ la rendita mensile (quando il grado di menomazione supera il 15%).

Affinché un incidente avvenuto sul lavoro sia riconosciuto dall’INAIL come infortunio è necessario che ricorrano, oltre alle lesioni dell’integrità psico-fisica, l’occasione di lavoro e la causa violenta. A questi fini è necessario che la denuncia venga effettuata correttamente, onde evitare, sin dalla stesura del primo certificato medico, che una erronea descrizione dei fatti possa compromettere il riconoscimento dell’evento come avvenuto per cause di lavoro.

Al riguardo il Patronato INAPA di Confartigianato può fornirti tutte le indicazioni necessarie ad assistere gli interessati in tutte le fasi amministrative e giudiziarie con competenza e professionalità, essendo dotato di legali e medici-legali convenzionati.

Si ricorda che il servizio INAPA è gratuito.

PATRONATO INAPA > 0585-70790

 
PERCORSI FORMATIVI OBBLIGATORI PER PANIFICATORI

forn

LEGGE REGIONALE 18/2011

NORME IN MATERIA DI PANIFICAZIONE

Percorsi formativi obbligatori

 

Vi preghiamo di prestare particolare attenzione alle diposizioni seguenti, previste in materia di formazione obbligatoria. Solo con frequenza dei corsi entro i termini previsti  vi consentirà di continuare a svolgere l’attività di panificazione.

Il 13 novembre scorso, con il decreto n. 4760, la Regione Toscana, ha approvato, le "Schede descrittive dei percorsi relativi all'attività di panificazione" previsti dalla legge regionale 18/11, definendo i corsi che dovranno essere obbligatoriamente frequentati entro le rispettive scadenze, per svolgere l’attività di panificazione. In pratica vi sottolineiamo quanto segue:

1. I panificatori in attività alla data della pubblicazione della legge (13 Maggio 2011), che hanno comunicato il nominativo del responsabile ai SUAP entro il 12 agosto 2011 dovranno svolgere minimo 20 ore di aggiornamento professionale entro il 12 agosto 2016.

2. I panificatori in attività alla data della pubblicazione della legge (13 Maggio 2011), che hanno comunicato il nominativo del responsabile ai SUAP entro il 12 agosto 2011, che rientra nel requisito del percorso formativo ridotto (vale a dire negli ultimi cinque anni antecedenti di panificazione, ha svolto da minimo tredici mesi a tre anni di attività, anche non consecutivi nei tre anni) dovranno svolgere un corso di formazione della durata di 86 ore entro il 20 novembre 2014. Da questa data scattano successivamente i cinque anni di aggiornamento di 20 ore fino al 20 novembre 2019.

3. I panificatori in attività alla data della pubblicazione della legge (13 Maggio 2011), che hanno comunicato il nominativo del responsabile ai SUAP entro il 12 agosto 2011, e che non rientrano nel requisito del percorso formativo ridotto dovranno svolgere un corso di formazione della durata di 300 ore entro il 20 Novembre 2014. Da questa data scattano successivamente i cinque anni di aggiornamento di 20 ore al 20 novembre 2019.

4. I panificatori che hanno iniziato dopo il 13 Maggio 2011, per cui era prevista la formazione del responsabile (in mancanza del requisito) entro sei mesi dalla comunicazione al SUAP, i sei mesi scattano dal 20 novembre 2013 e pertanto dovranno svolgere la formazione entro il 20 maggio 2014. Da questa data scattano i cinque anni di aggiornamento al 20 maggio 2019.

Non essendo prevista una sanzione, è consigliabile, che tutti coloro che non hanno rispettato la scadenza dell'agosto 2011 procedano all'invio della comunicazione del Responsabile ai SUAP prima possibile. Per questi soggetti i tempi della formazione sono gli stessi descritti nel punto 4.

Per consentirci un’adeguata organizzazione dei vari profili corsuali, vi invitiamo a restituirci l’allegato modulo.  Sarà nostra cura, comunicare  le relative modalità, costi e calendari. Per ulteriori dettagli informativi potete contattare il collega Attilio Papini (0585/73187 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. )

 
S.O.S. ANATOCISMO CONVENZIONE CON SDL CENTROSTUDI

sig

S.O.S. ANATOCISMO

CONVENZIONE CON SDL

Al fine di dare supporto ai propri Associati per  verificare il corretto comportamento degli istituti di credito sulle condizioni applicate,  la Confartigianato di Massa Carrara annuncia l'apertura di un nuovo CENTRO ASCOLTO S.O.S. ANATOCISMO (interessi su interessi) per tutte le aziende titolari di un conto corrente affidato, aperto prima del 2000 (ancora in essere od eventualmente chiuso da non oltre dieci anni) che hanno diritto alla restituzione degli interessi capitalizzati trimestralmente, illegittimamente applicati come riconosciuto dalla Corte di Cassazione. Si tratta spesso di importi considerevoli, in quanto tanto più lungo è il periodo di utilizzo delle somme accreditate o di gestione allo scoperto di un conto non affidato, tanto maggiore sarà il denaro concretamente recuperato.

In merito a quanto sopra Confartigianato Imprese di Massa Carrara ha stipulato specifica convenzione con SDL CENTRO STUDI S.R.L.

Infatti i  rapporti tra mondo finanziario e imprenditoriale sono da sempre caratterizzati da un grande disequilibrio dettato dalle grandi capacità organizzative e di “potere della conoscenza” degli Istituti Bancari contro una quasi totale incapacità analitica e strutturale delle imprese italiane.
Vi è un fenomeno sociologico/finanziario che raccoglie, filosoficamente, questa tendenza al controllo totale sugli imprenditori e risponde al nome di: signoraggio bancario.

Contestarlo sarebbe inutile, perché è difficilmente dimostrabile seppur evidente in ogni ambito operativo.

Per poter fare luce sulle continue vessazioni Bancarie che quotidianamente affliggono gli imprenditori bisogna saper identificare i reati per ogni singolo prodotto Bancario che lega l’azienda all’Istituto erogante (CONTI CORRENTI, MUTUI, LEASING, DERIVATI….)

Vi sono anche elementi contabili anormali perfino nei rapporti di pagamento delle tasse tra Stato e Contribuenti.
Per questo analizziamo anche gli Atti Impositivi Cartelle Esattoriali.

La necessità di ottenere costanti profitti elevati porta gli Istituti di Credito a contravvenire ripetutamente a leggi specifiche in materia finanziaria. Queste continue vessazioni sfociano in reati sia civili che penali e si possono generare vere e proprie persecuzioni al fine di mantenere assolutamente sotto controllo il mondo imprenditoriale.

Utilizzando il famoso METODO SDL (che prevede un’emissione di un estratto peritale gratuito).
Il nostro cliente sarà in grado di capire ciò che realmente lo opprime e da dove derivano le difficoltà aziendali e rilevare gratuitamente LE anomalie operative nella gestione aziendale (tutoraggio aziendale)

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

CONTATTARE DR. MASCARDI GABRIELE > 0585-775049 // 349-1221563

 
CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI

attenzione CORSI DI FORMAZIONE OBBLIGATORI

 

Di seguito l'elenco non esaustivo dei principali corsi organizzati costantemente da Confartigianato Imprese di Massa Carrara:

 

1. CORSO PER RSPP PER DATORI DI LAVORO >

 

 La figura Responsabile del servizio prevenzione e protezione  è obbligatoria in tutte le imprese che abbiano lavoratori alle proprie dipendenze ed in tutte le imprese costituite in forma di società.

La mancata formazione comporta pesanti sanzioni amministrative e  penali.

Inoltre si ricorda che, ai sensi della vigente normativa, anche tutti i lavoratori autonomi, senza dipendenti, che lavorano in regime di appalto o subappalto devono dimostrare di avere ricevuto un'idonea formazione in materia di sicurezza, pena l'esclusione dai Lavori.

Si evidenzia che:

A. Ai sensi dell'art. 34 del D.Lgs. 81/2008 ed in virtù del nuovo accordo Stato-Regioni entrato in vigore il  26 Gennaio 2012   i nuovi corsi prevederanno moduli formativi di 16-32-48 ore a seconda della classe di rischio individuata in base al settore ateco di apparteneza;

B. Tutti gli RSPP già formati dovranno entro il 26/01/2017 frequentare un corso di aggiornamento di 6/10/14 ore  seconda della classe di rischio individuata in base al settore ateco di apparteneza;

 

2. CORSO PER DEI LAVORATORI DIPENDENTI >

 

Ai sensi dell’art. 37 del d. lgs 81/2008 ed in virtù del nuovo accordo Stato-Regioni entrato in vigore il  26 Gennaio 2012   il Datore di lavoro deve provvedere affinchè i lavoratori ricevano un’adeguata formazione obbligatoria.La formazione dei lavoratori, si articola in due momenti distinti: formazione generale di n . 4 ore (con programmi e durata comuni per i diversi settori di attività) e formazione specifica di 4-8-12 ore (in base tipologia di attività svolta ed al settore di rischio di appartenenza).

 

3. CORSO PER ADDETTO AL PRONTO SOCCORSO>

 

La figura dell'addetto al pronto soccorso è obbligatoria in tutte le imprese che abbiano lavoratori alle proprie dipendenze ed in tutte le imprese costituite in forma di società.

La mancata formazione dell'addetto al pronto soccorso comporta pesanti sanzioni amministrative e  penali. A sensi della normativa vigente sono pure previsti corsi di aggiornamento obbligatorio triennale.

 

 

4. CORSO PER ADDETTO ALLA PREVENZIONE INCENDI PER AZIENDE CLASSIFICATE A RISCHIO MEDIO>

La figura dell'addetto alla prevenzione incendi è obbligatoria in tutte le imprese che abbiano lavoratori alle proprie dipendenze ed in tutte le imprese costituite in forma di società.

Rientrano nel rischio medio tutte le aziende in cui si hanno stoccaggi di materiali infiammabili (es. falegnamerie); si impiegano fiamme libere (es. fornelli, saldatori....); sono caratterizzate da alto flusso di utenti (es. uffici, ristoranti...)

La mancata formazione dell'addetto alla prevenzione incendi comporta pesanti sanzioni amministrative e  penali.

 

5. CORSO PER RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA>

 

La figura RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA (INTERNO ALL'AZIENDA O TERRITORIALE) è obbligatoria in tutte le imprese che abbiano lavoratori alle proprie dipendenze ed in tutte le imprese costituite in forma di società.

 

6. CORSI PER CARRELLISTI-MULETTISTI E PER ADDETTI ALLE PIATTAFORME ELEVATRICI>

 

In ottemperanza all’art. 71, comma 7 “Obblighi del Datore di Lavoro” ed all’art. 73 comma 4 “Formazione ed addestramento” del T.U. 81/08, il Datore di lavoro, quando vengono utilizzate attrezzature che richiedono conoscenze o responsabilità particolari in relazione ai rischi specifici, deve formare ed addestrare adeguatamente i lavoratori incaricati all’uso di tali attrezzature.

 

7. CORSO PER ADDETTO ALLE ATTIVITA' ALIMENTARI  >

 

Si ricorda  che, in ottemperanza a quanto previsto dal reg. CE 852/04, dalla Legge 24/03 e dalla Delibera reg. Toscana 559/2008 e s.m. e i., tutti gli addetti operanti nel settore alimentare, in sostituzione del libretto sanitario sono obbligati a partecipare ad un corso di formazione specifico.

 

> I titolari o responsabili di attività semplici o complesse devono effettuare una formazione rispettivamente di 12 o 16 ore;

 

> Gli addetti di attività semplici o complesse devono effettuare una formazione rispettivamente di 8 o 12 ore

 

Inoltre tutti gli addetti operanti nel settore alimentare che hanno già partecipato a corsi formativi per addetti all’industria alimentare, devono, con cadenza quinquennale, provvedere al rinnovo/integrazione della formazione ricevuta mediante la partecipazione ai seguenti corsi di aggiornamento:

 

>     I titolari o responsabili di attività semplici o complesse (con o senza manipolazione/trasformazione dei prodotti alimentari) devono integrare la formazione effettuata (12/16 ore) con la partecipazione ad un corso di aggiornamento di n. 8 ore.

>     Gli addetti di attività semplici o complesse (con o senza manipolazione/trasformazione dei prodotti alimentari) devono integrare la formazione effettuata (8/12 ore) con la partecipazione ad un corso di aggiornamento di n. 4 ore.

 

 

Nel menù di sinistra clicca su CORSI DI FORMAZIONE per scaricare i moduli di iscrizione che, compliati in tutte le parti, dovranno essere inviati  via fax allo 0585-777754 oppure all'indirizzo mail : Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per informazioni contattare:

Dr. Gabriele Mascardi  tel. 0585-775049  cell. 349-1221563

 

 
SOFTWARE INTEGRATO CONTABILE

headersic1

 UNA SOLUZIONE SEMPLICE E GRATUITA PER  LA TUA AZIENDA

Sic et Simpliciter è un software gestionale ideato e progettato da Confartigianato per le aziende artigiane.

E’ un software tagliato su misura per le esigenze delle piccole e medie imprese che vogliono comunque avere una buona gestione della parte burocratica dell’attività tramite uno strumento che non sia complicato da usare o abbia mille caratteristiche che però non incontrano le necessità di un piccolo-medio imprenditore.

CARATTERISTICHE

  • Semplice da capire e utilizzare
  • Interfaccia chiara ed intuitiva
  • Inserimento di tutti I dati mancanti direttamente dal form di Gestione (Per esempio Anagrafica Cliente da Form Documenti
  • Tabelle di base PRECARICATE
  • Semplificazione delle operazioni di manutenzione mensili (esempio evasione documenti, generazione scadenziario ecc.)

 COMPLETO

  • Ciclo passivo Fornitori : Preventivi, Ordini, DDT, Fatture
  • Ciclo attivo Clienti : Preventivi, Ordini, DDT, FAtture
  • Gestione MAGAZZINO
  • Scadenziario Clienti Fornitori, Presentazioni RiBa, Gestione degli Insoluti.
  • Gestione prima nota Cassa e Conti Correnti

FLESSIBILE
  • Personalizzazione dei modelli dei documenti con il proprio logo
  • Personalizzazione della gestione del ciclo dei documenti sia Passivo che Attivo
  • Configurazione parametrica delle modalità di calcolo prezzi e listini.
  • Tutte le stampe vengono prodotte in PDF
  • Ripristino ultimo numero documento, ripristino documenti evasi se si elimina il documento evadente

 INTEGRATO 

  • Procedura integrate con il software Gestionale utilizzato dal Centro Servizi di Confartigianato di Massa Carrara
  • Invio AUTOMATICO dei documenti
  • Invio AUTOMATICO della PRIMANOTA
  • Possibilità di consultare I dati fiscali DIRETTAMENTE DAL PROPRIO COMPUTER (liquidazione IVA, registri IVA, deleghe F24 ecc)

  scarica il software

GUIDA ALL'INSTALLAZIONE

 PER RICHIEDERE ASSISTENZA : 0574-656275  // 0574-6562281

 CONFARTIGIANATO IMPRESE MASSA CARRARA

 UN PASSO AVANTI,  IL FUTURO E' QUI

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Chi Siamo
Confartigianato, l'associazione degli artigiani e piccoli imprenditori che coniuga la rappresentanza sindacale con la fornitura di servizi reali ed innovativi. Gli artigiani e le piccole imprese rappresentano una grandissima parte dell'imprenditoria italiana.
 
 

ufficiocredito
PRESSO I NOSTRI UFFICI, ARTIGIANCREDITO TOSCANO ED ARTIGIANCASSA TROVANO LE SOLUZIONI ECONOMICO-FINANZIARIE PIU' ADATTE ALLA TUA IMPRESA
 
 

I nostri consorzi
Coordina le attività tecniche ed economiche delle imprese socie per l'esecuzione di lavori relativi alla realizzazione in appalto o in proprio di opere edili e affini o complementari ottenute da Enti Pubblici e privati, nonché di edifici di edilizia economica con relativi servizi ed opere di urbanizzazione.